La Pesca Della Tinca

Tutti i Metodi di pesca della Tinca

La lenza posata sul fondo con galleggiante è il metodo di pesca della Tinca.

L'esca deve essere composta di lombrichi, larve di mosca e chiocciolette, si possono anche però usare paste come quelle che si usana per la Carpa.

Quando la Tinca abbocca, assapora l'esca e il pescatore vede il galleggiante muoversi deambulando ed allora può effetture con sicurezza una ferrata.

La canna di almeno 4 metri deve essere provvista di mulinello in grado di rilasciare velocemente la lenza.

Il galleggiante deve essere piccolo e alto in grado di far adagiare la lenza sul fondo.

Il lancio della lenza deve essere effettuato verso il largo.

L'amo deve essere a gambo corto e robusto.

Le ore indicate per la pesca della Tinca sono quelle dell'alba e del tramonto ad eccezione di alcune giornateparticolarmente nuvolose che è possibile provare anche nelle altre ore della giornata.

La misura minima consentita per la pesca della Tinca è 20 centimetri.